foto_parto

Nuove indicazioni dell’OMS su parto e post parto

L’OMS Organizzazione Mondiale della Sanità ha conferito delle nuove linee guidaPostnatal care of the mother and newborn” per diminuire il rischio di mortalità della mamma e del bambino. Scopriamo insieme le 12 raccomandazioni elencate nel trattato.

La prima riguarda i tempi di dimissione dalla struttura dopo la nascita del neonato. In caso di parto naturale senza ulteriori complicazioni madre e neonato possono essere dimessi dopo 24 ore dalla nascita. In caso di parto in casa per lo stesso arco temporale deve essere garantita l’assistenza medica ad entrambi.

Le successive tre riguardano i controlli post nascita consigliati dopo 3, 7, 14 giorni e a sei settimane di vita del neonato. Nei paesi in via di sviluppo si consigliano anche visite domiciliari di medici e ostetrici che possano controllare le condizioni igieniche nelle quali mamma e bebè vivono e in ogni caso va svolto un check up completo del neonato. Quest’ultimo andrà a valutare il tipo di nutrizione del neonato, i suoi movimenti, la sua respirazione, la temperatura corporea, l’ittero e la possibilità di convulsioni.

L’OMS raccomanda l’allattamento esclusivo al seno almeno fino a sei mesi di vita del neonato. La mamma potrà avere a disposizione anche un counselor dell’allattamento che la sostenga soprattutto nella fase iniziale. Mamma e bebè devono stare insieme e nella stessa stanza 24 ore al giorno.

Le norme igieniche da seguire anche una volta rientrati a casa riguardano:
– la disinfezione del cordone ombelicale che deve avvenire con un disinfettante a base di clorexdina per la prima settimana;
– il bagnetto che non deve essere fatto prima di 6 ore ma ne sono consigliate almeno 24 di attesa.
– il vestiario del neonato deve essere adeguato alla temperatura ambientale e la testolina va coperta perché disperde un calore notevole.

Per il sostegno della neomamma sono, inoltre, consigliati:
visita medica entro 24 ore per escludere qualsiasi complicazione post partum e visita di controllo dopo 15 giorni per verificare che ci sia il latte e non vi siano sintomi di depressione post partum;
counselling e sostegno psicosociale
– somministrazione di integratori ed eventuali antibiotici.

Tutto questo per garantire quel benessere psicofisico alla diade mamma bebè che permetterà loro di viversi con serenità i primi istanti di vita insieme e costruire il loro domani!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>