foto_famiglie_indiane

India, neonati uccisi da batterio: paura rischio globale

Le mamme indiane sono letteralmente in ginocchio. In questi ultimi mesi un batterio killer sta uccidendo molti neonati della nazione. In stime, si parla di circa 60mila bambini morti, a pochi giorni dal parto. Ma di che batterio stiamo parlando? Gli scienziati e i ricercatori non gli hanno ancora dato un nome effettivo, ma a quanto pare è immune a tutti i farmaci esistenti in circolazione.

A dare la notizia è il prestigioso New York Times, che riporta lo studio di alcuni medici indiani. Secondo quanto pubblicato, questi neonati sono venuti al mondo con infezioni resistenti alla maggior parte degli antibiotici. Ma c’è di più: sembra che l’infezione venga dalla madre, che la trasmette al figlio nel passaggio lungo il tragitto genitale materno.

Ma quali sono le cause di questo batterio killer in India? I ricercatori ne hanno rilevate parecchie: la presenza di numerosi batteri presenti nell’acqua, negli animali, nel suolo, nei liquami. Inoltre, l’uso incontrollato degli antibiotici, il pessimo stato igienico e il sovraffollamento. Tutto questo sta portando ad un drastico calo della natalità in India e non solo.

Dallo studio condotto pare che questo batterio killer possa avere presto una portata globale: sono stati riscontrati dei casi analoghi già in Giappone, Francia, Oman e Usa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>