foto_finlandia_bambini_imparano_usare_prima_tastiera

In Finlandia i bambini impareranno a usare prima la tastiera della penna

La notizia è appena stata resa nota e ha già fatto il giro del mondo facendo molto discutere: dal 2016 la Finlandia abbandonerà la scrittura a mano a favore delle tastiere. Questo vuol dire che già a partire dalle scuole primarie non verrà più insegnato ai bambini la scrittura in corsivo ma l’apprendimento si baserà sull’utilizzo della tastiera del PC. Una scelta che divide l’opinione pubblica, i pareri degli esperti e segna un grande passo in avanti della tecnologia.

Ancora oggi l’insegnamento della scrittura avviene tramite metodi classici e ormai consolidati, tuttavia la Finlandia, da sempre Paese innovatore e di grande modernità, ha deciso che dal 2016 la scrittura in corsivo verrà abbandonata a favore dell’utilizzo della tastiera. La notizia ha subito suscitato grandi perplessità tra chi crede che questa novità rappresenti la deriva della formazione dei bambini e chi invece la considera il naturale sviluppo della società moderna e tecnologica.

Bisogna ricordare che i bambini che nascono oggi vengono definiti “nativi digitali“, in quanto apprendono da subito ad utilizzare computer, tablet e smartphone e da essi ne sono molto attirati. Anch’io da mamma ho già potuto riscontrare l’amore e la naturalezza con la quale i bambini piccoli maneggiano gli strumenti tecnologici.

Inoltre la Finlandia è un Paese famoso per la grande attenzione che riserva alla maternità, all’educazione dei bambini e alla loro formazione scolastica. Nel Paese scandinavo vi è la percentuale maggiore di studenti che riesce ad arrivare al diploma (93% degli iscritti) e alla laurea (il 66%). Si tratta perciò di un Paese che investe tantissimo nella formazione dei ragazzi e che gode perciò di un sistema scolastico eccellente, purtroppo ben lontano da quello italiano. Insomma, per la Finlandia questo passo, è del tutto naturale e fisiologico!

Queste informazioni erano necessarie per far capire ai lettori che l’ambiente educativo nel quale verrà effettuata questa sostituzione del corsivo a favore dell’utilizzo della tastiera è un contesto molto differente da quello italiano e perciò non può neppure essere paragonato. La scuola italiano purtroppo non è così all’avanguardia e prima di giungere a un passo tanto moderno, se mai succederà, dovrà prima aver risolto numerosi problemi e investito maggiormente sulla formazione degli insegnanti e degli alunni.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>