foto_voucher_baby_sitter

600 euro mensili con il voucher maternità: come fare la domanda

Il Voucher maternità o voucher baby sitter è un contributo economico erogato dall’INPS a tutte le neomamme che scelgono di tornare a lavoro e pagare un asilo o una baby sitter. Venne introdotto nel 2012 dalla legge Fornero, in via sperimentale per il triennio 2013-2015, a tutela della maternità e per agevolare il ritorno a lavoro delle neomamme.

A quanto ammonta il contributo? Il Voucher maternità quest’anno è raddoppiato da 300 euro a 600 euro mensili per 6 mesi ed è stato esteso anche alle lavoratrici del settore statale. Il bonus viene erogato in forma cartacea (Vaucher) come fosse una sorta di assegno INPS.

A chi spetta il Voucher Maternità? Il Voucher maternità spetta a tutte le lavoratrici dipendenti che rinunciano al congedo parentale e scelgono di tornare a lavoro.
Ne hanno diritto anche le lavoratrici part time in misura ridotta, in maniera proporzionale al tasso d’attività lavorativa.

Come si richiede il voucher maternità? La procedura è telematica e per usufruire del bonus nel 2015 è necessario presentare domanda entro il 31 dicembre 2014. Sul sito ufficiale dell’INPS potrete registrarvi se non l’avete ancora fatto e andare nella sezione servizi per il cittadino. Dopo l’autenticazione con il pin, sotto la voce invio domande di prestazione a sostegno del reddito e invio domande per l’acquisizione di contributi per l’acquisto di servizi per l’infanzia.

Nella domanda verrà richiesto di specificare in quale servizio adopererete il contributo (baby sitter o asilo pubblico) e per quanti mesi. In caso di asilo pubblico dovete specificare anche di quale asilo si tratta. Se non avete familiarità con le procedure telematiche in alternativa potete fare domanda al patronato.

Diverso invece è il Bonus bebè del 2015 introdotto dal governo Renzi. La somma di 80 euro mensili per i primi tre anni di età è destinata esclusivamente alle famiglie il cui tetto di reddito massimo non superi i 25.000 euro annui. Il doppio invece per le famiglie con reddito inferiore ai 7.000 euro annui. Il Bonus verrà erogato per le nascite a partire dal 1 gennaio 2015, in forma sperimentale fino al 2017.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>