foto_gastrula_terza_settimana_di_gravidanza

Terza settimana di gravidanza: cosa sta cambiando nel vostro corpo

Durante la terza settimana di gravidanza avviene un processo cellulare importante chiamato Gastrulazione. La gastrulazione è un insieme di modificazioni cellulari complesse con le quali quello che prima era un ammasso di cellule comincia a disporsi e organizzarsi disponendosi in tre foglietti germinativi, dai quali si formeranno poi i vari organi. I tre foglietti embrionali che si costituiscono sono l’endoderma,il mesoderma e l’ectoderma.

L’endoderma è il tessuto embrionle più interno e da questo avranno origine l’intestino, l’epitelio dell’apparato digerente, quello delle sue ghiandole e in parte quello dell’apparato urinario. Il mesoderma, lo strato di mezzo, è quello invece da cui avranno origine l’apparato uro-genitale e le membrane mesoteliali sierose.

L’ectoderma invece è il foglietto embrionale più esterno e da queste cellule germinative si formeranno l’epidermide e i suoi annessi, l’epitelio della bocca e il tessuto nervoso.

Gia nell’ultimo giorno della seconda settimana di gravidanza si forma il sacco vitellino primario. Nella terza settimana, durante la gastrulazione si assiste ad una sua prima modificazione in sacco vitellino secondario.

Inoltre nella terza settimana di gravidanza, non appena è terminato l’annidamento, il vostro corpo comincia a secernere una proteina particolare che impedisce alle difese immunitarie di aggredire l’embrione. Questa proteina è il motivo per il quale l’embrione, che per metà è un corpo estraneo, non viene rigettato dall’organismo.

Il vostro corpo è perciò nella fase di “accettazione“. Qualcuna di voi potrebbe avvertire un senso di nausea, una sindrome premestruale, un senso di spossatezza e improvvisi cambi di umore. La terza settimana è il momento in cui si prende coscienza della gravidanza. La mestruazione attesa è mancata. Il test di gravidanza sulle urine è già in grado di rilevare i valori di BetaHcg, l’ormone prodotto dal trofoblasto per il mantenimento della gravidanza.

Le betaHcg non sono prodotte esclusivamente in gravidanza; valori anomali di questo ormone o sue oscillazioni anomale sono associate a varie patologie. Per questo è sempre opportuno dopo dosare le betaHcg anche sul sangue, per verificare che i valori siano nella norma e per escludere una gravidanza ectopica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>