foto_nome_bimbo

L’importanza del nome. E se fosse un pò bizzarro?

Quando sai di essere incinta, diciamo proprio nelle prime fasi, quando ancora non sai se sarà maschietto o femminuccia, quando nemmeno ti chiedi come avrà i capelli, il colore degli occhi o come sarà tenerlo fra le braccia. E voglio azzardare, magari a questa cosa ci pensavi anche quando addirittura ancora prima della gravidanza, o prima di avere un ragazzo. Vuoi sapere di cosa parlo? Sicura di non esserci arrivata ancora? E va bene, non ti tengo oltre sulle spine, si tratta del nome. Ognuna di noi ha pensato almeno una volta nella vita a come si sarebbe chiamato l’ipotetico figlio o figlia.

E si perché il nome è importante, diciamo pure che noi genitori abbiamo una bella responsabilità, in quanto lo scegliamo, e poiché accompagnerà nostro figlio per tutto il resto della vita, sarà il suo biglietto da visita in alcune circostanze, e se lo sentirà ripetere centinaia e centinaia di volte.

Se siamo di stampo tradizionalista, allora senza dubbio il piccolo avrà il nome dei nonni, come si usava più di sovente nei tempi addietro, e come hanno deciso di fare i miei stessi genitori. Ora, però voglio dire, a me è andata bene perché mia nonna si chiama Maria Francesca, ma come la mettiamo se qualcuno ha la “fortuna” di doversi chiamare, in onore del nonno, Asdrubale o Abbondanzio o ancora Frontiniano o addirittura Respicio.

O se per portare rispetto alla nonna, la gentil madamigella dovesse chiamarsi Demetra, Adalberta, Gertrude o Ugolina? Non mi fraintendete, non dico che questi nomi siano brutti, i gusti sono una questione indubbiamente soggettiva, ma è inutile negare che non è poi tanto semplicissimo convivere con un nome così inusuale per tutta la vita, e portarlo con una certa nonchalance.

Un mio consiglio? al momento di scegliere il nome del vostro bambino, valutate un attimo anche il cognome, perché vi assicuro, certe volte, involontariamente, vengono fuori delle combinazioni a dir poco esilaranti e spesso e volentieri, imbarazzanti addirittura.

Non mi credete? Basta girare un po’ in rete per averne la prova! E sarete testimoni di infinte sfilze di nomi, direttamente provenienti dagli elenchi telefonici che combinati con cognomi ad hoc, formano delle combinazioni a dir poco originali.

Un’altra categoria che esiste e non è per niente raro oggigiorno, è quella dei genitori che per mettere un nome originale e “figo” alla propria prole, rispolverano vecchi telefilm o personaggi famosi. Affibbiando al figlio un improbabile nome straniero che (e mi ci gioco la testa) l’anziana nonnina di famiglia non sarà neppure in grado di pronunciare. Neanche con estenuanti sedute di dizione e pazienti esercizi di spelling!

La cosa interessante è che, oltre noi comuni mortali, quelli che scelgono nomi strani per i propri figli sono proprio i personaggi famosi. Sarà perché non vogliono venir meno a quell’aura di “c’ho tutto bello, c’ho tutto figo anche il nome di mio figlio”. O sarà perché ormai si sentono talmente tanto nell’olimpo fatato che non li emoziona nemmeno più un nome normale.

O ancora sarà perché non vogliono deludere una sorta di aspettativa che pensano la gente abbia verso di loro, ma il risultato è che queste creature si ritrovano, la maggior parte delle volte con dei nomi che proprio non si possono sentire. Devo farli questi nomi? …Magari nel prossimo articolo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>