foto_inquinamento_acustico_e_bambini

Inquinamento acustico: come proteggere i bambini

Il rumore è oggi uno dei principali fattori di inquinamento e rappresenta un problema di grande importanza economica e sociale sia per il numero di soggetti esposti che per gli effetti da questo provocati sulla salute umana. Vediamo se e come è possibile proteggere i bambini dall’inquinamento acustico.

Che il rumore possa influire sull’apprendimento dei bambini è un fatto risaputo e oggi lo conferma anche un recente studio sottolineando l’importanza e la necessità di intraprendere politiche per proteggere adulti e bambini dagli effetti dannosi dell’inquinamento acustico.

E’ stato appurato che nei bambini l’inquinamento acustico può causare disturbi cognitivi, di concentrazione e di apprendimento. Scuole e asili presentano problemi legati al rumore esterno e interno, perchè molti fabbricati sono costruiti con materiali che non garantiscono l’isolamento acustico.

Bisogna ricordare che il rumore, e più nello specifico la musica, è importante per il bambino, in quanto favorisce l’apprendimento attraverso i giochi e le situazioni di vita quotidiana: è l’eccesso di rumore e l’esposizione continua di un bambino a fonti eccessive di suono che deve essere evitata.

E’ importante salvaguardare il bambino e tenerlo il più possibile lontano da fonti di rumore, come eccessivo traffico, vicinanza ad aeroporti, ma anche elettrodomestici particolarmente rumorosi e fastidiosi. Per contrastare l’inquinamento acustico è consigliabile portare i bambini al parco e farli stare il più possibile a contatto con la natura.

Un altro consiglio è quello di spegnere la televisione. Nelle case dove la televisione è sempre accesa anche quando non le si presta attenzione il bambino viene esposto ad un continuo sottofondo rumoroso che alla lunga può innervosirlo. Sarà sufficiente spegnere il televisore per respirare in casa un clima più rilassato e favorire la conversazione tra i famigliari…provare per credere!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>