foto_9_errori_genitore_non_deve_commettere

I 9 errori che un genitore non deve commettere

Nel nuovo libro “Genitori Coach” di Stefano Denna e Roberto Re, abbiamo scoperto che al giorno d’oggi servono strumenti e abilità maggiori per essere bravi genitori, rispetto al passato. In questo articolo scopriremo quali sono i 9 errori, elencati nel libro, più comuni e più pericolosi che i genitori commettono, spesso senza neanche rendersene conto. Vediamoli insieme elencati punto per punto.

  1. Valutare tuo figlio solo per i successi
  2. E’ importante gratificare tuo figlio per ogni risultato positivo, ma senza dare eccessiva importanza ai successi. Prima o poi infatti, arriverà anche qualche fallimento e tuo figlio potrebbe non essere pronto ad affrontarlo e migliorarsi.

  3. Confondere l’amore con la preoccupazione
  4. Troppa preoccupazione fa crescere figli insicuri e ansiosi; meglio donargli fiducia nei momenti in cui saresti abituato a preoccuparti.

  5. Confrontarlo con te stesso o con gli altri
  6. E’ il modo più semplice per alimentare in lui tensioni e frustrazioni. L’unico paragone che deve essere fatto è con se stesso, per penderlo consapevole dei suoi passi in avanti.

  7. Imporre il tuo modello del mondo
  8. Un genitore deve evitare di imporre al figlio la vita che ha in mente per lui; il suo compito è infatti quello di guidarlo nei valori attraverso il suo esempio.

  9. Essere superficiale
  10. Questo vuol dire che non bisogna mai dare nulla per scontato, ma verificare che tuo figlio abbia capito ciò che tu pensi di aver comunicato. Molti problemi infatti nascono dai fraintendimenti, e spesso le conseguenze pratiche ed emotive possono essere gravi.

  11. Non credere ai suoi sogni
  12. Evitare cioè che il pessimismo di un genitore e la sua rassegnazione siano i limiti dell’evoluzione di suo figlio. Sarà il tempo e l’esperienza ad insegnare a tuo figlio quanto sia dura e impegnativa ogni singola giornata.

  13. Agire per conto di tuo figlio evitandogli i problemi
  14. Ogni volta che un genitore si sostituirà al figlio in un’azione, limiterà la sua crescita. Un problema non affrontato oggi diventerà una difficoltà ancora più grande domani.

  15. Essere reattivo
  16. La reattività è il principale limite nella comunicazione del genitore. Perdere la calma è molto facile con i figli, per questo devi impegnarti a rimanere calmo proprio quando la situazione non lo permetterebbe.

  17. Non mantenere le promesse
  18. Molte volte la rabbia e il senso d’ingiustizia provato da un figlio di fronte a una promessa non mantenuta, generano conseguenze devastanti. Perciò ricorda, è meglio non promettere qualcosa che potresti non mantenere.

Infine cari genitori, ricordate sempre che solo coloro che non agiscono, non sbagliano!
E spesso i genitori, a causa dell’amore smisurato che provano per i loro figli, commettono molti errori. Queste regole possono certo aiutare a capire se stiamo andando nella giusta direzione nel rapporto genitori-figli, insieme ad un dialogo che deve essere sempre costante con i nostri figli!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>