foto_bimba_canta

Canta che ti passa: tanti buoni motivi per cantare con i bambini

Cantare con i propri bimbi può essere uno strumento utile e dilettevole per approcciarsi alla relazione con i più piccoli. Scopriamo insieme perchè.

Sin da quando il piccolo è nel pancione della sua mamma ascolta suoni e rumori che anche se attutiti giungono nel suo protetto ambiente intrauterino. Impara a conoscere suoni familiari e prima fra tutte la voce della mamma. È consigliato canticchiare ninna nanne e filastrocche sin da questi magici momenti per cullare dolcemente il proprio pargoletto. Una volta venuto al mondo si calmerà facilmente ascoltando le stesse melodie. Non si sentirà estraneo a quella mamma che lo culla amorevolmente tra le sue braccia e avrà imparato a conoscere il timbro della voce e le sue tonalità.

Poi nel primo anno di vita ninna nanne e canzoncine continuano a guidare lo sviluppo dei più piccoli anche prima che imparino a parlare perché il suono ritmato e cadenzato di una canzone diviene uno strumento utile per stimolare il linguaggio.

Con il canto si possono esprimere emozioni e pensieri difficili da esporre a parole, si possono sdrammatizzare paure, raccontare storie e trasmettere valori. Si può viaggiare con la fantasia e nel tempo. Si può inventare, si impara ad improvvisare e a fare rime e stornelli. Cantare migliora la concentrazione, sviluppa la memoria e fa divertire. Allontana la noia, tiene di buon umore e fa sorridere.

Filastrocche, canzoni e poesie accompagnano momenti della vita del bambino che ricorderà per sempre e associerà ad un determinato periodo della sua esistenza. Alcune canzoni penserà di averle dimenticate ma rimarranno in un cassetto della memoria a lungo termine e basterà rievocare qualche nota o qualche verso per risvegliare sensazioni e memorie di un’infanzia passata.

Condividere questi momenti con il proprio piccolo li sosterrà e motiverà nel vivere e amare la musica. Allora…cosa state aspettando?

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>