foto_bambino_bambina

Bimbi scambiati nella culla: la drastica decisione

Bimbi e genitori non legati dallo stesso sangue: sembra tanto una scena da film comico e invece è la dura realtà. Il fatto è accaduto in un ospedale di Johannesburg, in Sudafrica, dove quattro anni fa sono stati scambiati un maschio e una femmina appena nati. La verità è venuta a galla solo ora, quando una delle due famiglie ha deciso di intraprendere la strada del divorzio.

Una delle due madri ha avviato una battaglia legale contro l’ex compagno per ottenere gli alimenti dopo l’affidamento della figlia. Lui sosteneva di non essere il padre della piccola, tesi che è poi stata confermata dai test del Dna. Non solo, perché quel test chiamato in causa più per gioco che per sospetto ha dimostrato che anche la signora non era madre della piccola.

Sono così partite le indagini, che hanno portato alla sconcertante verità: un’ostetrica aveva scambiato i cartellini dei bambini, cambiando così per sempre la loro esistenza. Dopo questa eclatante scoperta, la vicenda è passata nelle mani dei giudici, che hannno avuto l’arduo compito di scegliere a chi affidare i piccoli.

Le due madri hanno incontrato i figli biologici e le reazioni sono state diverse: in un primo momento una voleva recuperare il figlio naturale, mentre l’altra voleva tenersi la bambina che ha amato e cresciuto in questi anni. In seguito, però, sono entrate in gioco, per entrambe, insicurezze e disperazione.

Il tribunale di Pretoria, non sapendo come agire, ha chiesto al Centro giuridico per i bambini dell’università della capitale sudafricana di definire entro pochi mesi la migliore soluzione nell’interesse dei bambini. La decisione è arrivata ed è la seguente: i bimbi rimarranno con i genitori che li hanno cresciuti fino a oggi.

“La raccomandazione è che i bambini dovrebbero stare con i genitori che li hanno allevati e dovrebbe essere consentito di avere contatti con i loro genitori biologici. Ciascuna coppia vede ormai il bimbo che ha cresciuto come il proprio figlio, visto il legame fortissimo che si è instaurato.”
ha scritto la dottoressa Ann Skelton, nominata dalla Alta Corte di Pretoria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>