foto_bambini_vegetariani_tutto_quello_da_sapere

Bambini vegetariani: tutto quello da sapere

Nel nostro Paese sono sempre di più le persone che adottano una dieta vegetariana o addirittura vegana. Ma quando queste persone diventano genitori, come è più opportuno che si comportino per quanto riguarda l’alimentazione dei loro figli? In questo articolo cercheremo di capire quali sono le caratteristiche di una dieta vegetariana pensata per i più piccoli, e come questa scelta influenza la crescita e lo sviluppo dei bambini.

Chi abbraccia una dieta vegetariana ha diverse motivazioni: morali, di salute, filosofiche, religiose. I vegetariani sono coloro che non mangiano né carne né pesce, ma accettano latte e uova; mentre i vegani escludono anche questi ultimi. Negli ultimi anni sono sempre di più gli esperti che incentivano la dieta vegetariana per tutta la popolazione, e tra di essi spicca Umberto Veronesi, famoso oncologo.

Un articolo apparso sul “Journal of the American Dietetic” elenca alcuni dei vantaggi che provoca il seguire una dieta vegetariana. Le persone che seguono lo stile alimentare vegetariano sono infatti meno esposte ai rischi delle malattie del benessere tipiche del mondo occidentale: hanno bassi valori di colesterolo, ridotto rischio di cardiopatia, ridotti livelli di pressione arteriosa, minore rischio di diabete di tipo II e minore rischio di contrarre cancro, soprattutto all’intestino.

Ma come comportarsi quando si tratta di bambini? Numerosi pediatri sono oggi anche esperti di alimentazione vegetariana e vegana e sanno consigliare alle mamme schemi alimentari studiati apposta per la crescita del bambino, anche con l’omissione o la forte riduzione della carne. Sempre più pediatri inoltre consigliano per la crescita del bambino i latti vegetali, più nutrienti e maggiormente adatti alla crescita del piccolo.

Le principali organizzazioni nutrizionali come l’American Dietetic Assiociation e l’American Academy of Pediatrics affermano che le diete vegatariane e vegane, se ben pianificate, soddisfano i fabbisogni nutrizionali dei bambini e degli adolescenti. Anche Luciano Proietti, famoso pediatra e nutrizionista, lo sostiene nel suo libro “Figli Vegetariani“.

La dieta vegetariana presenta infatti molti vantaggi per quanto riguarda la crescita dei bambini. I bimbi vegetariani raramente sono sovrappeso, come invece succede a molti onnivori. Il piccolo vegetariano inoltre si ammala raramente perché ha difese immunitarie superiori rispetto al compagno che mangia in modo tradizionale.

Ovviamente per intraprendere questa strada i genitori devono essere seguiti da un pediatra esperto in nutrizione: togliere perciò la carne senza modificare tutta la dieta e senza inserire altri alimenti è dannosissimo e totalmente nocivo per la crescita del bambino.

Quello che mi sento di consigliare alla maggior parte dei genitori è una giusta via di mezzo: i bambini per crescere in modo sano hanno bisogno soprattutto di un corretto stile alimentare che comprenda grandi quantità di frutta e verdura, cereali integrali, legumi, frutta lecca e semi oleosi, dolci fatti in casa evitando il più possibile bevande zuccherate, merendine, patatine, e tutti i cosiddetti cibi spazzatura. La presenza o meno della carne nella loro alimentazione è una decisione che spetta ai genitori, dopo aver consultato il pediatra e secondo le loro ideologie e tradizioni!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>