foto_yoga_bambini

Bambini e meditazione: un’esperienza da provare con i genitori

Con il termine meditazione ci si riferisce a precise tecniche di respirazione che consentono alla persona di acquisire maggiore serenitá, riduzione dell’ ansia, aumento della concentrazione e maggiore e consapevolezza di sè e della realtà.

La meditazione è una pratica rivolta agli adulti, ma pochi sanno che può essere molto utile ai bambini. Consente infatti a questi di rifugiarsi in uno spazio interno, chiudendo fuori di sè, la frenesia, la corsa, lo stress che in qualche modo noi adulti trasmettiamo loro, senza contare che può essere un valido aiuto per accrescere la propria autostima.

La Vipassanā, ad esempio, porta a prendere coscienza di un ritmo fondamentale, quello della respirazione ed in seguito quello del battito cardiaco. Seguendo la respirazione il bambino impara a calmarsi e a rilassarsi.

Come fare allora? Una stanza e la voglia di giocare con il bambino, fanno al caso nostro!  Prima di cominciare, per rendere più suggestiva l’ esperienza si possono utilizzare incensi profumati o candele accese, è opportuno creare penombra, scegliere dei bei cuscini o tappeti morbidi sui quali sedere ed abiti comodi, che possano favorire il rilassamento del corpo; la tuta da ginnastica va benissimo. La postura è quella classica, schiena eretta, gambe incrociare e mani appoggiate sulle ginocchia con il palmo rivolto verso l’alto.

Vi starete chiedendo: e poi che si fa? Si respira, semplicemente, si chiede al bambino di gonfiare la pancia come un pallone e di sgonfiarla lentamente, di sentire l’aria dalle narici e dalla bocca quando entra ed esce dal corpo. Semplice, no? Eppure questa pratica, se utilizzata regolarmente, risolve molte problematiche, persino disturbi d’attenzione ed iperattività nel bambino. Con il tempo e l’esperienza si può pensare di svolgerla anche all’aperto, dove è più facile ascoltare la natura, e fare spazio in noi stessi.

La meditazione, infine aiuta “anche” a gestire la rabbia. Se qualcuno vi fa arrabbiare, respirate profondamente e lentamente, concentratevi un attimo in voi stessi: raggiungerete la calma in pochi secondi. Basterebbe utilizzare questa tecnica nel traffico, mentre si guida, ne guadagneremmo in salute tutti!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>