foto_noia_bambini

Anche un po’ di sana noia fa bene ai bambini

Spesso si è convinti che per sviluppare l’intelligenza e le capacità psicofisiche dei più piccoli sia necessario stimolarli continuamente favorendo un più precoce e completo sviluppo. In realtà non è necessario riempire agende e agende di impegni perché permettere ai bambini di annoiarsi un po’ può risultare comunque costruttivo.

Corsi di lingua inglese, di informatica, calcetto, palestra e danza sono solo alcuni degli impegni che si sovraffollano settimanalmente nelle vite dei bambini lasciando poco spazio ad un po’ di sana noia e di tempo veramente libero.

I bambini sin da appena nati dispongono di giocattoli e oggetti pre-confezionati, multi accessoriati (con luci, suoni e canzoncine) che possono adoperare seguendo le istruzioni indicate.

La figura dell’adulto che interviene nella realizzazione di un’attività al fianco del bambino è preziosa e spesso indispensabile ma anche rendere autonomo il bambino nella gestione del proprio tempo libero per qualche ora può rappresentare una risorsa.

Senza gli adulti e magari da soli o in compagnia di fratellini e sorelline o amichetti della stessa età, invece, hanno l’opportunità di ingegnarsi a realizzare giochi e passatempi autonomamente mettendo in moto la loro creatività e sviluppando la fantasia.

Talvolta gli unici momenti in cui il bambino è solo magari è “in compagnia” di cellulari, tablet e videogame che non gli permettono comunque di rallentare ma lo tengono incollato ai display come un piccolo robottino. Nei momenti in cui il bambino si annoia, invece, ha anche l’opportunità di fermarsi a riflettere e di rilassarsi.

In una società che talvolta estremizza negativamente la solitudine si sente, invece, l’esigenza di ricavare questo spazio, sempre ovviamente senza esagerare. Questa necessità è da estendere anche al mondo degli adulti altrettanto sommersi da impegni e appuntamenti così da trascurare, spesso, gli aspetti più salienti della propria vita personale e familiare.

L’autore: Graziana Odorino

Da una quindicina d’anni animatrice, da una decina scarsa psicologa, da cinque educatrice in un nido, da un paio anche psicoterapeuta…ma soprattutto da qualche mese mamma!
Non vi é occupazione più full time ed impegnativa di quest’ultima. un dono immenso, un amore senza limiti ma anche un ruolo pieno di responsabilità da svolgere con dedizione e pazienza infinita.
Email: g.odorino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *