foto_piedino_neonato_prematuro

Nato il primo bambino da un trapianto d’utero. E’ accaduto in Svezia

Si è conclusa con successo in Svezia la gravidanza di una donna che aveva subito un trapianto di utero e una fecondazione artificiale. Il bambino è un maschietto, è nato prematuro ma gode di ottima salute. A comunicarlo è una rivista inglese, ma i dettagli della nascita verranno pubblicati tra una settimana nella rivista scientifica Lancet.

“Questo è il primo caso al mondo” afferma soddisfatto Mats Brannstorm, il Professore del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia di Sahlgrenska Academy di Gooteborg, in Svezia, che ha eseguito il trapianto di utero, l’embrio-transfert e ha monitorato tutto il decorso della gravidanza. La donna in questione, 36 anni, era affetta da una anomalia congenita molto rara che colpisce all’incirca un donna su 4.500: aveva ovaie in perfetto stato di salute ma era nata senza utero.

La donatrice è una amica di famiglia di 61 anni vivente, madre di due figli e in menopausa. Dopo la riuscita del trapianto d’utero si è tentata la fecondazione artificiale, annunciata nel mese di Gennaio, e dopo otto mesi, nel settembre scorso è avvenuto il parto. “Durante la gravidanza la donna ha avuto due episodi di rigetto che sono stati fronteggiati con successo dalla terapia farmacologica” racconta il professore.

Non è il primo tentativo nel mondo. Anche in Arabia Saudita e Turchia si era arrivati già in due casi al trasferimento di embrioni dopo trapianto d’utero, ma senza mai riuscire a portare a termine le gravidanze. Mentre in altri paesi come Francia, Giappone e Inghilterra, dove sono stati effettuati trapianti d’utero da donatrici decedute, non si sono registrati casi di successo.

Invece sono ben nove i trapianti di utero eseguiti dall’equipe medica del professor Brannstrom ultimi due anni. Di questi due sono falliti a causa di rigetto, mentre negli altri setti si è arrivati ad una fecondazione artificiale e due di queste donne hanno già superato le 25 settimane di gestazione. Insomma un altro enorme passo avanti nella ricerca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>