foto_fumo_n_gravidanza

ll fumo in gravidanza: tutti i rischi che si corrono e 10 consigli per smettere

Tutti sanno che il fumo in gravidanza è altamente nocivo per il feto. Ma molti ignorano quali gravi conseguenze possa provocare sullo stato di salute del vostro bambino, anche dopo la sua nascita.

Nel primo trimestre i danni sul feto sono riferibili ad una aumentata attività contrattile dell’utero provocata dalla assunzione di nicotina, che può provocare aborto spontaneo.

Nel secondo trimestre durante la fase di organogenesi il fumo può provocare ritardo di crescita intrauterino e basso peso alla nascita a causa della ridotta perfusione placentare che si riscontra spesso nelle madri fumatrici.

Alla nascita il fumo in gravidanza provoca al neonato problemi polmonari, ridotta capacità respiratoria e asma.Si sono registrati casi di SIDS (sindrome della morte in culla) più frequentemente nei bambini di madri fumatrici.

Nel bambino che ha subito i danni del fumo in gravidanza a lungo termine si riscontrano anche disturbi comportamentali, scarse performance intellettive e iperattività.

Ma il fumo purtoppo crea una dipendenza fisica e psichica e per questo acceca la coscienza della gente rispetto ai danni che vengono provocati alla propria salute e a quella degli altri. Qui di seguito vi riportiamo “10 trucchi” per avere un maggior successo di riuscita nei vostri tentativi di smettere di fumare:

1 Stabilite una data in cui smetterete, che non sia subito. Ad esempio fissatela a tre giorni o ad una settimana. In questo modo darete al vostro cervello tutto il tempo per realizzare il distacco dal fumo.

2 Il giorno prefissato disfatevi delle eventuali sigarette rimaste, gettandole via o regalandole a qualcuno.

3 Ogni qualvolta sentirete il bisogno di fumare impegnatevi fisicamente e mentalmente in altre attività che vi tengano lontane dalla sigaretta

4 Quando il bisogno si fa più forte e nulla vi distrae sostituite la sigaretta con uno spuntino ipocalorico: un frutto o uno yogurt sono ideali in gravidanza.

5 Evitate anche il contatto con le persone che fumano e il fumo passivo

6 Evitate alcol e caffè anche essi nocivi per la salute del bambino e che spesso richiamano nel fumatore l’esigenza di fumare.

7 Fate una leggera attività fisica prenatale, sarà utile per migliorare anche il vostro umore grazie al rilascio di endorfine e migliorerà l’ossigenazione e l’attività polmonare compromessa dal fumo. Sentendovi più forma rafforzerete la vostra motivazione.

8 Non abbiate paura di ingrassare senza nicotina. Anzi il fumo diminuendo il trasporto di ossigeno nel sangue peggiora la cellulite e le patologie circolatorie.

9 Prendete atto del fatto che il fumo non riduce lo stress anzi lo aumenta: peggiora le tensioni muscolari, esacerba l’insonnia, sottopone cuori e polmoni ad un lavoro superiore e accresce l’ansia incoscia di sviluppare gravi patologie.

10 Chiedete aiuto se non riuscite a smettere. Esistono terapie di medicina alternativa e terapie farmacologiche in grado di liberarvi da questa pericolosa dipendenza. Non arrendetevi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>