foto_peter_pan_rai_yoyo

I Cartoni animati invadono la tv: ecco dove e quando!

I palinsesti televisivi negli anni si sono arricchiti sempre di più di programmi per bambini, creando addirittura interi canali a loro dedicati con una programmazione 24 ore su 24 dove vanno in onda cartoni animati, programmi propedeutici, serie televisive, giochi interattivi e trasmissioni che insegnano le lingue.

Tra i canali monotematici più seguiti troviamo Disney Channel, Rai Gulp, Rai Yoyo, Boing e Cartoonito che offrono una vastissima gamma diversificata di cartoni ultra moderni senza tralasciare le rivisitazioni di grandi classici come l’Ape Maya, che diventa 3D, in onda su Rai YoYo alle 13:00, oppure Peter Pan, il ribelle e temerario protagonista di una delle più belle favole di tutti i tempi, alle prese con nuove ed esilaranti avventure, visibile alle 8:45 e alle 16:00 sempre su Rai YoYo.

Su Boing sbarcano alle 17:55 i Pinguini di Madagascar, tra i personaggi più amati del fortunato cartoon movie uscito al cinema, irriverenti e spumeggianti più che mai lasciano il posto alle 18:10 alla tenera spugna gialla che ha conquistato grandi e piccini, Spongebob che con la sua ilarità riesce ad affrontare e a risolvere i problemi legati alla sua vita in fondo al mare e a quella dei suoi inseparabili amici.

Le regine incontrastate dei cartoni animati al femminile sono ancora loro, le Winx, su Rai Gulp in ben tre fasce orarie 6:05 – 13:30 – 17:55, sei adorabili fatine che studiano nella scuola di magia Alfea e residenti del fantastico mondo di Magix, dove insidie e cattive creature sono sempre pronte a far capolino nelle loro vite.

Una delle novità in questo ambito sono i cartoni interattivi, un esempio lo troviamo su Cartoonito alle 07:25 – 12:55 – 18:10, Dora L’Esploratrice, la spigliata ed avventurosa bimba ispanica di 7 anni, sempre in viaggio alla ricerca di qualcosa o di qualcuno da aiutare coinvolgendo direttamente allo spettatore.

Il settore dell’animazione sta progredendo sempre di più verso una visione propedeutica utile ai bambini, lanciando messaggi e fissando esempi nel quale potersi riconoscere o confrontare, anche a livello inconscio; come in tutte le cose c’è un limite anche per i cartoni animati, quindi è opportuno non abusarne e magari fermarsi a guardarli con i bimbi e farlo diventare un rito famigliare piuttosto che usare la tv come baby sitter a tempo indeterminato.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>