foto_zaini_scuola

Genitori e figli: come preparasi al meglio la mattina durante il periodo scolastico

Oggi parliamo di scuola dal punto di vista dei genitori che si devono alzare anche loro la mattina presto ed essere sempre pronti per dare il buon esempio ai propri figli. E non devono mai mostrare nessun cenno di cedimento sebbene la sveglia alle 7 fa soffrire anche noi mamme e papà: e il cacciare l’auto dal garage con gli occhi assonnati sperando di non far danni, affrontare il traffico e i semafori-questi nemici sconosciuti- ecc…é una cosa che vorremmo poter evitare ogni mattina.

I nostri bambini invece pensano ai compiti, al dover stare 4-5 ore seduti immobili nel banco, alla vicina di banco di cui sono innamorati ma che ama il primo della classe…insomma a ognuno le proprie difficoltà di risveglio.

Per questo Ciurma Mom, che è l’autrice di un blog su internet molto famoso e che ha ben 6 figli da dover svegliare e mettere in riga per mandarli a scuola, ha scritto tra gli altri un post in cui fa un decalogo di consigli per i genitori per affrontare al meglio il terribile risveglio dei giorni feriali (e meno male appunto che c’è il weekend una volta a settimana!). Certo mamma Barbara (questo è un segreto che vi svelo: così si chiama Ciurma Mom) con ben 6 bambini ha molte sveglie, colazioni, crisi dell’ultimo momento da affrontare ogni mattina. Quindi i suoi consigli vengono da una fonte esperta e ben preparata. Eccone alcuni:

  • Fare colazione prima ancora di aprire gli occhi, nel mio caso un cappuccino: il caffè e il latte caldi mi aiutano ad accettare di togliere il pigiama e vestirmi.
  • Non svegliare i bambini troppo tardi, anche se hanno sonno e non vogliono andare a scuola: prenderebbero malissimo la mia fretta.
  • Non svegliare i bambini troppo presto, anche se vanno volentieri a scuola: comincerebbero a giocare e non avrebbero più voglia di uscire.

Questi sono consigli più di psicologia, poi ci sono anche quelli più pratici: come avere già tutte gli zaini e i vestiti pronti dalla sera prima, in modo da guadagnare secondi preziosi di sonno e sulla tabella di marcia sempre in ritardo. Oppure il consiglio di parlare con i propri figli mentre si va a scuola e rassicurarli se ne hanno bisogno, sulla giornata che li aspetta, e specie non arrabbiarsi proprio poco prima di arrivare davanti al cancello della scuola scoprendo qualcosa che non vi ha detto. Discorsi, ormai, da rimandare all’uscita.

Insomma, consigli per sentirsi meno soli come mamme sempre in ritardo e di fretta, ma comprendere e leggere come per tutte i problemi sono simili!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>