foto_matrimonio_conti

Carlo Conti racconta in un libro “Come si dice papà”

Carlo Conti sempre più presente e pigliatutto in tutti i settori dello spettacolo italiano. Ora in onda con l’Eredità e Tale e quale show su RaiUno, poi a febbraio con Sanremo di cui è anche direttore artistico e selezionato musicale, e ora a novembre un libro della Mondadori “Come si dice papà”.

Giancarlo Leone, il direttore di RaiUno definisce Carlo Conti, uno che porta sempre a casa il risultato (come dichiarò in un’intervista in tv durante il Sanremo di due anni fa), a cui gli affidano le serate più ostiche e lui riesce sempre ad uscirne fuori con il giusto risultato di auditel. E si sa questo è la cosa più importante per un canale tv. Che sia un programma rodato come il quiz preserale o un qualcosa di alternativo come vips che imitano altri vips cantanti in “Tale e quale show”, dove i vips se vanno male ci potrebbero rimettere anche la reputazione. E invece per esempio anche grandi come Fabrizio Frizzi non hanno avuto paura di affidarsi a Conti e alle sue squadre che trasformano in successo tutto quel che toccano.

Soddisfazione professionali che si uniscono da un paio d’anni a soddisfazioni e realizzazioni anche nella sfera privata. Il conduttore della Versilia, sempre abbronzato anche a dicembre, ha messo la testa a posto e ha messo su famiglia (lo fanno tutti, raccontavamo pochi giorni fa di Alberto di Monaco, no?), con una moglie prima sua collaboratrice da anni, e da pochi mesi un bimbo, Matteo. E chi meglio di lui che è stato figlio fino a 50 anni, può raccontarci come cambia la vita un bimbo, anche a un uomo. Come si diventa papà all’improvviso con la nascita del proprio figlio, ma come lo si diventa giorno per giorno veramente vivendo tutte le fasi di crescita una volta nato.

Carlo che è stato figlio di mamma vedova e che suo padre l’ha perso quando aveva solo 18 mesi, parte da qui nel suo libro, dai suoi ricordi quasi inesistenti di un padre mai conosciuto, per riempire un vuoto per lui e per fare in modo che suo figlio non senta mai questo vuoto. Malinconia per questo, ma anche grande umanità e capacità di mettersi a nudo per raccontare con naturalezza e tanta gioia questi primi mesi di suo figlio. Siamo sicuri che il sorriso di Carlo e la sua empatia con il pubblico di ogni età verrà fuori anche da questo libro, una lettura da consigliare per tutti i neo-papà, per non dimenticare mai quando la loro figura è importante!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>