foto_torta

Baby shower anche in Italia? Scopriamo cos’è: storia e tradizione

Chi ha visto la serie Sex and the city conosce sicuramente questo tipo di feste perché Carrie è costretta nelle diverse stagioni del telefilm americano ad andare a diversi Baby Shower, prima che Miranda rimanga incinta di Steve e quindi si trovi coinvolta nella vera e propria organizzazione di una festa del genere per la sua migliore amica.

Ma cos’è un Baby Shower? E’ una festa per le donna incinte (tra il sesto e ottavo mese) che si organizza negli Stati Uniti, ma anche in Sudamerica (e con tradizioni diverse anche in Africa) per fare gli auguri alla futura mamma e farle tanti bei regali per lei e per il suo bambino. Ci sono anche delle vere e proprie liste di regali (come le liste nozze più conosciute in Italia) per i baby shower, in modo da non ricevere più volte lo stesso regalo o regali inutili.

Perché in fondo è anche una maniera per la futura famigliola di ricevere tante cose utili e risparmiare un po’ sul corredo e le cose necessarie per un bambino, che sono sempre tante e dispendiose.

Adesso questa tradizione di festeggiare il pancione della futura mamma si sta diffondendo anche in Europa: in Francia, in Spagna e in Italia anche. Con agenzie che si occupano oltre che di wedding planner anche di baby shower planner.

Prima quando si era incinte il pancione si tendeva quasi a nasconderlo, socialmente le donne incinte non esistevano, non uscivano nei mesi di gravidanza o erano loro che si vergognavano della loro pancia, del loro peso. Se la diffusione di questa festa porta in cantina queste credenze stupide e valorizza la bellezza di una donna anche nei mesi di gestazione, ben venga! Festeggiamo la mamma e non solo il bambino quando nasce!

Quante volte infatti si sente parlare di mamme completamente dimenticate quando nasce il proprio bambino, perché tutti (parenti, nonni, marito) sono concentrati solo su di lui, ebbene anche a questo possono servire le baby shower.

Oltre che per divertirsi tra donne e amiche in una festa, quasi sempre fatta in casa, informale e allegra. Negli Stati Uniti sono una vera e propria istituzione le baby shower, con decorazioni a tema, giochi per le mamme e le famose torte di pannolini. E poi c’è anche il ricordino (bomboniera) che le mamme danno alla fine alle amiche per ringraziarle dei regali e della presenza, infatti si racconta che l’usanza della festa nasca proprio dai regali.

Su Wikipedia c’è scritto: “La tradizione fu iniziata da un immigrato tedesco, Franz Schauer, nel XVIII secolo. Schauer era un argentiere che cercava di far comprare i suoi lavori come regali per la gente di ceto più elevato a New York.”

Gli Ebrei un tempo una festa simile la facevano appena nasceva il bimbo, oggi però anche la comunità ebrea americana sta seguendo la tradizione più comune di farla prima.

Insomma una buona occasione per iniziare a condividere esperienze e paure sulla maternità e i bimbi in arrivo o già nati, chiedere consigli alle altre mamme invitate: anche solo per questo sarebbe un’usanza da diffondere, e utilissima anche in Italia.

E poi adesso iniziano a prendere piede anche le baby shower aperte agli uomini e ai papà: per scoprire come gli uomini parlano tra loro dei figli e dell’attesa!

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>