foto_adozione_distanza

Adozione a distanza: un gesto d’amore

Quando si parla di adozione a distanza in molti, quasi tutti, ci chiediamo se davvero tutto il sostegno e il sostentamento che inviamo al nostro bimbo prescelto gli arriverà o se una parte, se non addirittura tutto, finisca altrove. I dubbi sono legittimi, soprattutto vivendo in una società come la nostra, nella quale ogni giorno leggiamo o sentiamo parlare di truffe, rapine e molto altro in materia, ma esistono diverse associazioni che operano in modo cristallino.

Queste associazioni tracciano le varie donazioni e forniscono un feedback concreto a tutti coloro che hanno scelto, con un piccolo contributo, di migliorare la vita di quei bambini che non hanno quasi nulla, ai quali poter regalare un’istruzione, un pasto; è possibile consultare una lista degli enti che operano in questo settore su Ado Blog.

Se le associazioni non fanno per voi ci si può rivolgere a gruppi di parroci, anche se non siete credenti, che organizzano periodicamente missioni umanitarie e che, in modo totalmente legale e riconosciuto, possano mettervi in contatto con famiglie disagiate, con bambini orfani e far sì che il vostro gesto altruista vada a buon fine.

L’aspetto più luminoso di quest’ultima opzione è la possibilità di poter andare in loco a conoscere il vostro protetto, di unirvi alla missione e di ampliare quel legame nato da cose materiali come i soldi, le foto, il cibo, i quaderni, i libri regalando un sorriso e un abbraccio.

Da tutto questo nasce davvero qualcosa di forte e di unico, ci sono bambini che, divenuti ragazzi, decidono di venire in Italia a trovare i genitori adottivi e non è detto che questi viaggi non possano diventare un appuntamento fisso proiettandoli, a tutti gli effetti, in quel nucleo famigliare che hanno sognato e idealizzato per molto tempo, fino ad arrivare alla voglia di rimanere qui a studiare per costruirsi un futuro, per portare speranza nel loro Paese e chissà, magari, dare la possibilità ad altri ragazzi di lavorare e di avere qualcosa di proprio e il tutto nato da un piccolo gesto d’amore disinteressato.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>