foto_sport_gravidanza

Sport in gravidanza? Si può!

Alcune mamme in gravidanza possono sentirsi un po’ confuse sullo stile di vita da condurre, soprattutto riguardo alla sfera sportiva. Praticare sport è da sempre sinonimo di benessere ed equilibrio psico-fisico e proprio per questo è importante portare avanti l’attività prescelta in modo continuo e consapevole; questo, ovviamente, vale anche per le donne in dolce attesa.

Con piccoli accorgimenti, su consiglio del proprio ginecologo e magari di un personal trainer, è possibile fare sport in gravidanza. Magari facendo diventare l’attività svolta un vero e proprio alleato per portare avanti nel modo migliore la gestazione e affrontare il parto serenamente grazie ad esercizi studiati per tale scopo.

Tra gli sport più consigliati in gravidanza ci sono: il nuoto, l’acquagym, la ginnastica dolce, lo stretching, la danza,l’Hata Yoga e il Tai Chi Chuan. Quest’ ultima è un’antica arte marziale cinese volta a riequilibrare le energie lavorando sul respiro e sul rilassamento del corpo e della mente.

Per chi non fosse abituata a dedicare del tempo all’attività fisica può semplicemente integrare delle camminate di almeno 20 minuti, due o tre volte a settimana, scegliendo luoghi dove poter respirare aria pulita, senza troppo inquinamento acustico, magari percorrendo una passeggiata mare o costeggiando un parco giochi. Essere e sentirsi in forma non giova solamente alle mamme, ma anche al bimbo che si porta in grembo, in quanto si trasmettono pensieri positivi e vitalità, portandolo così a sviluppare organi come il cervello e ad incrementare l’aspetto sensoriale.

Gli sport in gravidanza da evitare, in quanto pericolosi, sono invece tutti gli sport estremi, il boby building e tutto ciò che richiede molto sforzo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>