foto_start_scuola

Ricomincia la scuola: tutto quello che c’è da sapere

Ed eccoci qua! A fare i conti con la difficoltà di lasciarci alle spalle queste vacanze estive. Veniamo riportati coi piedi per terra dal meteo che fa i capricci, con temporali disseminati un po’ ovunque qua e là per la penisola. Si ricomincia con la routine quotidiana, ricomincia il lavoro, ma soprattutto… ricomincia la scuola! Cosa che, non sarà facile da far accettare ai nostri bambini, ormai abituati al sole, al mare, all’aria aperte, liberi di giocare spensierati per interminabili giornate.

Ma vediamo subito il calendario ufficiale di inizio della scuola 2014, che in base alla regione, indica quando cominceranno le lezioni. A Bolzano le lezioni sono cominciate l’8 settembre. In Molise e nella provincia di trento sono cominciate ieri, 10 settembre. In Abruzzo e Val d’Aosta sono cominciate oggi, 11 settembre. In Emilia Romagna, in base ad un calendario pluriennale, comincerà il 15 settembre e terminerà l’8 giugno.

In Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto, lo “start” ufficiale si avrà il giorno 15 settembre. In fine in puglia e sicilia i cancelli delle scuole si apriranno il giorno 17 settembre, per la gioia di quelli che hanno guadagnato qualche giorno in più di vacanza.

Tutti pronti dunque per ricominciare la scuola! Un’ultima ripassata ai compiti delle vacanze, e poi, zainetto in spalla tutti di nuovo sui banchi! Qualcuno più allegro, qualcuno meno, tutti i ragazzi e bambini d’Italia devono fare i conti con questa realtà proprio durante questa settimana. Non sarà semplice riprendere il ritmo di lavoro e anche svegliarsi presto i primi giorni sarà una vera e propria impresa per alcuni.

Per i più piccoli, specie quelli della scuola dell’infanzia, questo rientro implica un doversi riabituare a sare lontano dalla famiglia, in particolar modo dalla mamma e per molti sarà necessario addirittura un ritorno a scuola con tanto di reinserimento. Per non parlare poi di chi, durante le vacanze ha dovuto interfacciarsi con la nascita di un fratellino.

Sarà compito dei genitori, insieme agli insegnanti, aiutare i propri figli a rientrare nel meccanismo di ritorno a scuola, cercando di renderli più sereni possibile in questo delicato passaggio. Preparandoli prima, coinvolgendoli magari nell’acquisto del corredo scolastico, facendogli scegliere lo zainetto del proprio personaggio preferito, riaccompagnandoli a scuola, almeno i primi tempi di persona e se possibile, cercare di evitare il pulmino i primi giorni.

C’è da dire, che la scuola viene sempre più incontro alle esigenze dei più piccoli e si prefigge l’obbiettivo di non far sentire nessuno escluso e a disagio, che sia per un rientro a scuola, o per un cambiamento d’istituto. Lo stesso metodo educativo sta cambiando molto e ormai sta prendendo sempre più piede il metodo delle 9 intelligenze, permettendo così ad ognuno di emergere ed esprimersi secondo la propria individualità avendo un apprendimento facilitato. E con un approccio, per i bambini, ancora più stimolante e divertente. Buona scuola a tutti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>