foto_ciambelle_graffe

Ricetta “Graffe”: ciambelle zuccherose per tutti

Che sia a colazione, che sia come spuntino o semplicemente un dopocena coi fiocchi, le graffe sono sempre molto apprezzate, specie se riescono soffici, leggere e saporite. Dopo tanti tentativi, sia a mano che con, l’ausilio di robot da cucina vari, ho scovato una ricettina che ho modificato a modo mio, e ne è uscito, qualcosa di sublime! Gli ingredienti poi, sono ingredienti base, semplici da reperire e come preparazione è velocissima. Vediamo subito gli ingredienti:

  • 550 gr di farina 00
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 130 ml di latte fresco intero
  • 130 gr acqua
  • 50 gr di burro (a temperatura ambiente)
  • 1 uovo medio
  • 1 dado di lievito di birra
  • 1 pizzico di sale
  • l buccia di un limone
  • 2 bustine di vanillina

Il procedimento è semplicissimo, per prima cosa occorre una ciotola di vetro, in cui dovranno essere inserite tutte le polveri della ricetta. Farina, vanillina, zucchero e sale vanno mescolate con un cucchiaio di legno, poi al centro va praticata la famosa “fontana”.

A questo punto va sbriciolato il lievito al centro. Ad esso vanno aggiunti la buccia di limone grattugiata, il latte e l’acqua (questi leggermente tiepidi). Mescolare quel tanto che basta affinché si amalgamino. Ora e il turno di uovo e burro, il quale va tagliato a piccoli tocchetti.

Adesso che gli ingredienti ci sono tutti, cominciare a mescolare pian piano dall’interno, e via via incorporando sempre più la farina sui bordi. Quando il composto sarà duro abbastanza, cominciare ad impastare con le mani. Sarà pronto quando si staccherà dal recipiente e dalle mani stesse. Il composto ottenuto dovrebbe essere liscio e morbido.

Ora si può stendere con il mattarello, dello spessore di circa un centimetro e comunque non troppo sottile. Ricavare la forma tonda da un coppa pasta, e il foro al centro con un cerchietto più piccolo (io uso il tappo della bottiglia dell’olio o il misurino dello sciroppo!). Si dispongono le ciambelle così ottenute su carta forno, si coprono e si lasciano lievitare un paio d’ore.

Una volta lievitate, saranno belle soffici per cui vanno maneggiate con delicatezza. Si tufferanno in olio bollente e si friggeranno fino a che da banche diventeranno belle bionde. Con un colino, si tolgono dall’olio e si adageranno su carta assorbente, solo dopo si cospargeranno con zucchero bianco da entrambi i lati, o guarnite a piacimento. Con la stessa ricetta si possono fare anche semplici dischi di pasta, in cui, dopo inserire il ripieno preferito. Buon appetito!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>