foto_asilo_cartoon

Primi giorni al nido: ecco come prepararsi al grande evento!

La decisione di lasciare un bimbo al nido è di per se una scelta complessa. Talvolta nonni volenterosi e parenti eccessivamente premurosi possono contrastarla o al contrario consigliarla fortemente: ma alla fine tocca ai genitori valutare quanto sia utile per il benessere del cucciolo di casa.

Per tanti è una necessità per altri solo un modo per abituare il piccolo a vivere in una comunità più allargata del ristretto contesto-famiglia ma in tutti i casi è necessario prepararsi e preparare il bambino a questo evento. I genitori devono essere convinti della scelta, avere fiducia nella struttura che scelgono per vivere con serenità l’ingresso al nido del loro bambino.

Innanzitutto già qualche tempo prima dell’inserimento al nido fermiamoci più volte a raccontare al piccolo che presto frequenterà il nido, giocherà con altri bimbi, farà la pappa con le maestre ma non dimentichiamoci di ricordargli che dopo poco saremo lì a prenderlo per tornare insieme a casa. Portate il bambino qualche ora sul vostro posto di lavoro, fategli vedere quello che fate, coinvolgetelo così gli sarà più facile comprendere dove passate il vostro tempo mentre lui è in asilo.

Tranquillizziamolo, poi sulla realtà del nido: esprimiamo pensieri positivi sulle maestre e sulla struttura. Trasmettiamogli un senso di fiducia e serenità tralasciando la seppur giustificata ansia che coinvolge ogni genitore. Se possibile evitiamo di sconvolgere il piccolo con altri drastici cambiamenti in concomitanza con l’ingresso al nido come ad esempio la scelta di lasciare definitivamente il ciuccio, di togliere il pannolino o di trasferirsi nella sua cameretta.

Lasciamo che il bimbo porti con sé nello zainetto qualche oggetto familiare (copertina, peluche…) che lo rassereni e avvisiamo le educatrici: potrà servire anche a loro per consolarlo nei momenti più nostalgici della giornata.

Accordiamoci con il nido per un inizio graduale di poche ore nei primi tempi e non tiriamo troppo la corda con il piccolo che con i suoi tempi si adatterà a questa nuova realtà. Non dimentichiamo che il nido è davvero un occasione unica di crescita per il bebè che facilita lo scambio con altri pari, sprona lo sviluppo del linguaggio e promuove l’autonomia del cucciolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>