foto_intelligenza_cervello

Le 9 intelligenze multiple di H.Gardner: cosa sono e come si applicano

Secondo lo studioso Howard Gardner ogni individuo possiede una propria facoltà intellettiva, per cui non esiste un’intelligenza comune da misurare in termini di quantità, ma 9 intelligenze multiple, ognuna con proprie caratteristiche e tutte strettamente concatenate tra loro. Su questo argomento fondò la propria teoria, pubblicando un libro, in cui spiegava come l’intelligenza non potesse essere ne misurata, ne rilevata con test standardizzati. Fino a quel momento infatti venivano considerate, in sede di valutazione, unicamente l’intelligenza linguistica e l’intelligenza logico matematica.

La teoria delle 9 intelligenze multiple, viene oggi applicata soprattutto in campo educativo, fin dalla scuola dell’infanzia. Essa infatti presuppone che ognuno di noi non sia dotato di un determinato grado d’intelligenza generale, ma che ogni persona è predisposta verso un ambito particolare. Nei bambini dunque, si cerca di capire verso che tipo di intelligenza sono orientati, per ottenere la chiave per un’assimilazione facilitata degli insegnamenti da impartire.

Ma andiamo ad approfondire meglio cosa e quali sono queste 9 intelligenze multiple, analizzandole una ad una; l’intelligenza linguistica: Ne sono dotati quegli individui che riescono ad esprimere bene le cose che intendono esternare, avendo padronanza con il linguaggio sia scritto che verbale. L’intelligenza interpersonale appartiene a chi ha spiccate doti relazionali e riesce a comprendere stai d’animo e comportamenti delle persone.

Si definisce intelligenza intrapersonale, la grande consapevolezza di se e dei propri limiti, queste persone in generale riescono a dare il meglio, lavorando in maniera indipendente. L’intelligenza corporale è di quelli che utilizzando prevalentemente il corpo e si impegnano volentieri e con ottimi risultati in quelle attività cosiddette “extra-programmatiche”.

L’intelligenza logico-matematica invece è propria di coloro che ragionano in termini di causa-effetto e dunque posseggono spiccate capacità logico-matematiche. Si definisce intelligenza spaziale quella predisposizione a progettare futuristicamente, orientandosi senza difficoltà nello spazio e nelle modifiche che potrebbe avere secondo diverse variabili. Ancora, l’intelligenza musicale è caratteristica di chi ha bisogno di sottofondo musicale per rendere al meglio, in qualsiasi ambito.

L’intelligenza naturalista permette di essere particolarmente abili nelle scienze biologiche e nella conservazione dell’ambiente, inoltre consiste nell’avere una percezione elevata della relazione tra gruppi di oggetti e persone. Ultima, ma non meno importante, l’intelligenza esistenziale, la quale implica l’attitudine ad idealizzare concetti e approfondirne i contenuti, e ragionare sulle questioni fondamentali sull’esistenza umana.

Nella scuola dell’infanzia i bambini vengono guidati in un percorso, sia ludico che educativo, che permette di delineare sempre di più il profilo intellettivo di ciascuno. Attraverso l’uso di giochi, fiabe e attività di vario genere, è il piccolo stesso che da una lettura di se, semplicemente scegliendo, agendo ed esprimendosi individualmente secondo il personale tipo di intelligenza.

E a voi, a quale tipo di intelligenza appartenete? Perché non provare a scoprirlo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>