foto_Cesaroni

Famiglie allargate come i Cesaroni: una risorsa o una difficoltà?

Il tema è di grande attualità e riguarda in misura sempre maggiore più famiglie e più figli. Parliamo delle cosiddette famiglie “allargate”, dove uno o entrambi i genitori provengono da precedenti relazioni in cui hanno avuto uno o più figli. Fino a qualche anno fa non era un fenomeno così presente nella nostra società, ma oggi, complici una serie di fattori, tra i quali la maggiore libertà nelle relazioni, l’indipendenza economica delle donne e la loro maggiore affermazione nel mondo del lavoro, la difficoltà di portare avanti un progetto di vita insieme ai tempi della crisi…ecco che le coppie, anche in presenza di figli, si sgretolano più facilmente.

Un fatto importante che fa capire quanto queste famiglie allargate siano radicate nella società è che il tema è ormai presente in molte fiction televisive di successo, come “I Cesaroni”, la cui sesta stagione è iniziata proprio in questi giorni e dove una delle protagoniste è la giovane e futura mamma Micol Olivieri. Questa fiction riprende, tra i vari argomenti trattati, le gioie e  le complessità di gestire una famiglia in cui i membri non provengono tutti dalla stessa relazione.

Nelle famiglie allargate le difficoltà sono infatti innegabili: i genitori devono saper educare e gestire economicamente figli provenienti da diverse relazioni, i quali a loro volta non sempre accettano di buon grado la nuova realtà famigliare del genitore. Per non parlare poi dei vecchi partner, che molto spesso ostacolano il processo di avvicinamento tra il figlio e la nuova famiglia del genitore. Ecco quindi che saltano all’occhio tristi casi di cronaca in cui i genitori, incapaci di gestire questa famiglia allargata, si “fanno la guerra” a suon di avvocati, oppure fanno finta di dimenticarsi dei figli della precedente famiglia, o peggio ancora, parlano male dell’altro genitore con il proprio bambino. Tutti comportamenti deplorevoli in cui l’ultimo interesse che viene tutelato è il bene dei figli. E’ possibile trovare una soluzione?

Per far funzionare una famiglia allargata è sufficiente cercare di venirsi un po’ incontro reciprocamente, ricordando sempre che un genitore ha diritto a creare una vita sentimentale che lo soddisfi, ma allo stesso tempo deve garantire il più possibile serenità a tutti i suoi figli, rispettando i tempi e le esigenze di ognuno. Non bisogna mai dimenticare che lo scopo principale è il benessere dei figli. Se non se la sentono di conoscere subito il nuovo partner di mamma o papà, con il tempo si troverà il modo più opportuno per farli conoscere. Certo, l’altro genitore non deve ostacolare questo processo con insulti che finirebbero solo col danneggiare il proprio figlio. E i figli devono ricordare sempre che tutti, compresi i loro genitori, hanno diritto alla felicità!

La fiction dei Cesaroni è positiva e lancia un messaggio di speranza per tutti quei casi dove non c’è ancora quella serenità che dovrebbe esserci tra i componenti delle famiglie allargate. Se ben gestite da genitori entrambi maturi e intelligenti, a fronte di innegabili difficoltà, questi nuclei famigliari danno vita e forme di profondo affetto ed amicizia, di aiuto reciproco e amore. E la presenza di amore è la cosa più importante di ciascuna famiglia, anche allargata!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>