foto_bimba_triste

Crisi: aumenta in Italia il numero dei bambini poveri

A quanto pare la crisi c’è e non accenna a diminuire, soprattutto quella che riguarda la povertà minorile. A parlare di un aumento del numero dei bimbi poveri sono le statistiche, decisamente deprimenti: sono oltre 1 milione e 400 mila i minori in povertà assoluta, quasi 2 milioni e 400 mila quelli in povertà relativa a fronte di misure inefficaci per contrastarla. In totale, sono quasi 4 milioni i minori che vivono in povertà e per questo Save the Children, l’Onlus che tutela i bambini in situazioni disagiate, ha deciso di lanciare un allarme.

Save the Children, dopo aver appurato che nel nostro paese c’è sempre più crisi, ha deciso di lanciare un monito alle Istituzioni, affinché intervengano con misure a sostegno del reddito e a supporto dei nuclei famigliari, a partire dal potenziamento del Sostegno d’inclusione Attiva, già nella prossima Legge di Stabilità.

L’organizzazione che tutela l’infanzia ha sottolineato come le misure di welfare a contrasto della povertà minorile non abbiano portato benefici concreti e ha pertanto chiesto con forza un piano nazionale di contrasto del fenomeno. Dati alla mano, sono oltre 1 milione e 400 mila i bambini e gli adolescenti che vivono in povertà assoluta, ovvero impossibilitati ad accedere ad un paniere minimo di beni. Ma in quale parte d’Italia si registra maggiormente questa povertà assoluta tra i bambini? Ancora una volta, a soffrire di più è il Mezzogiorno, ma sono coinvolte, seppur in misura inferiore, anche il Centro e il Nord d’Italia.

Al Sud Italia cresce, particolarmente, il numero dei bambini con povertà relativa, ovvero in rapporto al livello economico medio del Paese. In totale si parla di quasi 2 milioni e 400 mila bambini, con il 40& del totale registrati solo nel Mezzogiorno. Tutte le regioni del Sud hanno infatti percentuali di povertà relativa al di sopra della media nazionale, con punte massime in Sicilia e Calabria.

Valerio Neri, direttore Generale di Save The Children Italia ha così dichiarato i dati dell’aumento in Italia del numero dei minori poveri: “Se gli ultimi dati sull’incidenza dei minori in povertà assoluta e relativa in Italia sono allarmanti, lo è forse ancor di più dover constatare che il nostro Paese si è caratterizzato negli ultimi anni per una profonda inefficacia degli interventi governativi che sulla carta avrebbero dovuto contrastare questo fenomeno”. Il governo di Matteo Renzi riuscirà a fare qualcosa? Per il momento, restando in materia d’infanzia, sono stati fatti dei progressi riguardo il doppio cognome per i bambini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>