Cosa succede se il test di gravidanza è positivo e inizia il sanguinamento?

Finalmente incinta! Quanta gioia! Ma poi comincia il sanguinamento, che desta preoccupazione. Come risolvere il problema? Lo abbiamo chiesto ad un esperto del settore, il professore Guerriero Felice Dirigente Responsabile U.O.C. Ginecologia e Ostetricia P.O. “S. Rocco” di Sessa Aurunca, che ha già elencato i rischi e pericoli della gravidanza. Intervistato da Passione Mamma, il medico ha spiegato come agire se si presenta questo problema.

Il sanguinamento non deve essere sottovalutato: è obbligatoria una visita dal proprio ginecologo. Molto spesso la soluzione potrebbe essere più semplice di quello che si pensa: a volte il sanguinamento è causato da un polipetto, legato alla forma dell’utero, che deve essere semplicemente asportato. In casi più gravi la presenza di sangue è il sintomo di un imminente aborto.

Quel che è certo è che se dopo il test di gravidanza positivo si inizia a sanguinare bisogna correre subito dal ginecologo, evitando l’inutile fai da te. E’ possibile fare una visita accertata e sottoporsi anche ad un’ecografia transvaginale. Ultimo consiglio: mai farsi prendere dal panico e affrontare la situazione, anche nei casi più complicati, con forza e coraggio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>