foto_mamma_massaggio_bimbo

Carezze sulla pelle, carezze sul cuore: l’arte di massaggiare il proprio bebé

Quanto potere nelle nostre mani quando entriamo in contatto con i nostri piccoli! Per tutti i nove mesi di gravidanza il neonato è dolcemente accolto nel grembo materno e quando viene al mondo quel senso di tenero contenimento può essere sostituito con gli abbracci, le carezze e i massaggi. In particolare l’arte di massaggiare il proprio bebè diviene uno strumento per entrare in comunicazione con lui, per alleviare piccoli fastidi e per rafforzare il legame di attaccamento.

E’ importante saper scegliere un momento della giornata nel quale sia la mamma che il bambino si sentano a loro agio e predisposti a questo momento tutto coccole e tenerezza! Dopo il bagnetto, prima della nanna o nei momenti di gioco… a voi la scelta! Basta evitare solo il momento del dopo pasto, ove la digestione del piccolo potrebbe interferire con la buona riuscita del massaggio.

Prima di cominciare un piacevole massaggio per il vostro bambino è necessario creare un ambiente confortevole, caldo e accogliente. Sistemiamo dei morbidi cuscini e attenuiamo anche la luce nella stanza. È necessario che sia la mamma che il bebé assumano una posizione comoda. Spegniamo i cellulari, mettiamo via bracciali e anelli e con dell’olio naturale di mandorle dolci scaldiamo le nostre mani mostrandole al piccolo e sussurrandogli amorevolmente che daremo inizio al massaggio.

Qualche minuto prima di iniziare poggiamo le mani ferme sulla parte del corpo che intendiamo massaggiare per prima: gambine, pancino, o braccine, e poi procediamo liberamente, senza fare troppa pressione, ma accarezzandolo e sfiorandolo. Si può canticchiare dolcemente qualche canzoncina, sussurrargli qualcosa o mettere una musica dolce di sottofondo per accompagnare i nostri movimenti. Bisogna procedere preferendo un tocco leggero e circolare per rilassare il bebé oppure un tocco un po’ più intenso per sciogliere eventuali tensioni e rendere più tonico il suo corpicino favorendo una relazione più giocosa e divertente. Ovviamente va sempre rispettato il volere del neonato ed il massaggio va effettuato solo se il piccolo lo gradisce, altrimenti ci si ferma e lo si ripropone in un altro momento per trovare la giusta sintonia!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>