foto_bimbo_bimba

Bimbo o Bimba? Le tecniche per scoprirlo

Appena scopriamo di essere incinte il primo pensiero é: sarà un maschio o una femmina? Nonostante le sofisticate tecniche scientifiche in circolazione, ci vorranno delle settimane prima di scoprirlo. Eppure, possiamo tirare ad indovinare grazie a diversi rimedi: alcuni naturali, altri antichi e altri ancora addirittura stravaganti!

Le nostre nonne la sanno lunga in fatto di gravidanza, come in tante altre cose della vita quotidiana, al punto che vale (e come se vale) la “frase fatta” che segue: i detti antichi non falliscono mai! Costruendo, infatti, un rudimentale pendolino con l’ausilio di un anello e di una catenina, e tenendolo in sospeso sulla pancia della donna gravida, comincerà a muoversi. Ebbene, se l’oscillazione sarà orizzontale nascerà una bimba, se sarà circolare arriverà un bimbo.

Avendo a portata di mano un coltello e delle forbici, è possibile effettuare un altro test per scoprire se sarà maschio o femmina: bisogna porre due sedie alle spalle della mamma in attesa chiedendole di non voltarsi; su una vanno poggiate le forbici, su un’altra ci andrà il coltello. A questo punto la donna incinta dovrà mimare il gesto di sedersi su una delle due a scelta. Se la puerpera accenna a sedersi sulla sedia occupata dalle forbici sarà femmina, in caso contrario, la cicogna arriverà con un fagotto azzurro.

Se durante la gravidanza vi capita malauguratamente di inciampare, si può, dopo essersi accertati di non aver subito alcun danno, analizzare il modo in cui si è cadute. Se in avanti, sulle ginocchia, si dice che verrà al mondo un bel bimbo; una bambina arriverà se invece si inciampa all’indietro, cadendo sul sedere.

Secondo alcune ricerche, pare che preferendo l’assunzione di alcuni tipi di alimenti appena prima la gravidanza, si riesca a preparare il corpo favorendo, dopo la fecondazione, la nascita di un maschio piuttosto che di una femmina o viceversa. Prediligere cibi ricchi di sodio (tipo pesce e frutti di mare) e potassio ( ad esempio agrumi, banane, mele, carote, patate), aiuterà a far nascere un bambino. Assumendo invece cibi contenenti calcio ( quali cime di rapa, cavolo, formaggi, soia, tuorlo d’uovo), e magnesio (come orzo, legumi, e alcuni tipi di cereali, anche integrali) si avranno più probabilità di far nascere una bambina. Ovviamente non si tratta di una certezza assoluta, ma l’orientamento degli studi si concentra sul potere che hanno gli alimenti di alterare il PH vaginale, che quando diventa più acido riesce ad avvantaggiare la risalita degli spermatozoi X (femmine), a dispetto di quelli Y (maschi), che trovano il loro terreno di corsa ottimale in un ambiente meno acido.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>