foto_pesce

Post parto: ecco cosa mangiare per evitare la depressione

Come riprendersi dopo aver dato alla luce un bambino? La fase post parto è molto delicata e ogni donna ha bisogno di rimettersi in sesto dai lunghi nove mesi della gravidanza, in aggiunta al doloroso momento della nascita del proprio bambino. Molte sono le persone che cadono nella famigerata depressione post partum, ma ci sono tanti modi per evitarla. Non solo un grande affetto da parte delle persone a noi vicine, ma anche una giusta alimentazione. Cosa bisogna mangiare nello specifico dopo il parto?

Secondo un recente studio condotto dagli esperti dell’Università del New Hampshire, a Durham, negli Stati Uniti, dopo il parto le mamme dovrebbero sempre mangiare pesce azzurro, come sardine, sgombri, salmone e tonno. Consumare questo tipo di pesce aiuta a diminuire il rischio di depressione post natale, la malattia nervosa che colpisce, in media, una mamma su dieci.

Gli scienziati, che hanno pubblicato l’esito della loro ricerca sulla rivista scientifica International Breastfeeding, hanno studiato in laboratorio la depressione post partum e hanno scoperto che è provocata dallo stress del parto: in quei momenti dolorosi e concitati il corpo della donna produce troppo citochine, sostanze che influenzano negativamente l’umore. E questo scatena la depressione, che in alcuni casi diventa un problema serio.

<
>

Dunque, un buon consiglio per evitare di stare male nel momento del post parto è quello di aggiungere alla propria alimentazione una gran quantità di pesce azzurro il quale è ricco di grassi Omega 3, sostanze che neutralizzano l’azione delle dannose citochine.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>